Ordine dei Farmacisti della provincia di Macerata

Chi siamo

L'Ordine è un "Ente di diritto pubblico non economico" i cui provvedimenti hanno carattere di "atti amministrativi" sottratti al controllo esterno di legittimità. È dotato di autonomia organizzativa e di regolamentazione, ed è retto da un Consiglio direttivo composto da un numero di membri calcolato in rapporto al numero degli iscritti.

Continua a leggere

FOFI

fofi

Riportare la prescrizione e la dispensazione di tutti i farmaci a livello territoriale, rispettivamente, nelle mani dei medici e dei farmacisti. Questa la formula con cui Marco Cossolo, Presidente Federfarma propone di superare il problema della scarsa aderenza alle terapie, rilanciata nel corso di un evento veneto dedicato alla sanità italiana, tornando anche sull'impatto della legge 405 sulla distribuzione del farmaco.
Per Cossolo bisogna «rivedere le modalità di accesso ai farmaci per i cittadini. La legge 405 del 2001 ha fatto sì che in Italia ci siano 21 modelli diversi nella distribuzione del farmaco innovativo e ad alta valenza terapeutica, creando così una barriera all'uniformità di accesso ai cittadini che inevitabilmente va anche a ricadere sull'aderenza alla terapia. Oramai sono tutti concordi che la mancata aderenza alla terapia sia una delle principali cause della non corretta allocazione delle risorse in sanità, basti pensa che l'OMS ha ribadito che attualmente l'aderenza alla terapia in Italia è del 40% quindi per differenza il 60% delle risorse non sono impiegate in modo adeguatamente fruttuoso. È qui che il medico di medicina generale e il farmacista possono svolgere un ruolo essenziale: i medici devono prescriverei e i farmacisti dispensare tutti i farmaci».

Farmacista33

Mancano, per l'esattezza, 108 giorni alla scadenza del triennio formativo 2017-2019. Tra riduzioni e bonus, può essere il momento di fare il conteggio dei crediti mancanti ed eventualmente di quelli trasferiti agli anni 2014-2016, alla luce delle novità favorevoli introdotte dalle delibere della Commissione nazionale per la formazione continua (Cnfc) e del recente riconoscimento del convegno FarmacistaPiù 2019 come attività di autoformazione che fornisce crediti Ecm ai farmacisti che vi parteciperanno. A contare i giorni ancora a disposizione è l'alert con countdown del sito della Fofi, mentre a ricordare gli aggiornamenti introdotti dalla Commissione è una circolare in cui la Federazione sottolinea, tra le altre cose, la rilevanza di mantenere aggiornati i propri dati anagrafici necessari per l'assegnazione della riduzione previste.

Bonus crediti da Dossier formativo e riduzione debiti

Per quanto concerne le delibere adottate nella riunione del 25 luglio dalla Commissione, questa hanno stabilito l'aumento dei bonus "per i partecipanti ad un dossier individuale o di gruppo, che passano da 10 a 30 crediti per l'attuale triennio formativo (cui si possono aggiungere ulteriori 20 crediti nel prossimo triennio qualora il dossier sia stato sviluppato nel rispetto dei principi di congruità e coerenza)". Fofi ricorda che, proprio "grazie alla creazione (sin dal 2017) del Dossier formativo di gruppo della Fofi, tutti gli iscritti all'Albo potranno ottenere il suddetto bonus di 30 crediti. Inoltre, con la partecipazione ai corsi Fad realizzati dalla Federazione i farmacisti nel presente triennio hanno potuto ottenere oltre 100 crediti Ecm suddivisi in 15 eventi formativi (tutti perfettamente coerenti con il Dossier stesso)". L'elenco, per altro, è stato aggiornato con gli otto corsi resi nuovamente disponibili sulla piattaforma Fad federale dedicati a interazioni farmacologiche, nutraceutica, vaccini, gestione paziente con depressione maggiore, farmacista counselor e Rev.
C'è poi la riduzione del debito formativo per i farmacisti domiciliati o che svolgono la propria attività presso i comuni colpiti dai terremoti del 2016 e del 2017: riduzione di 25 crediti per il triennio 2014-2016 e dimezzamento dell'obbligo formativo per il triennio 2017-2019 (che passa, così, da 150 a 75 crediti). L'appello della Fofi è che "i farmacisti siano informati della rilevanza di mantenere aggiornati i propri dati anagrafici che saranno utilizzati dal Co.Ge.A.P.S. per l'assegnazione automatica della riduzione secondo i seguenti termini".

Crediti per autoformazione da FarmacistaPiù 2019

Ultima tra le novità il riconoscimento di FarmacistaPiù 2019 come attività di autoformazione. Nello specifico, il Comitato centrale della Fofi ha riconosciuto la partecipazione ai convegni che si svolgono all'interno della manifestazione FarmacistaPiù come attività di autoformazione (sempre entro il limite del 20% dell'obbligo formativo triennale) per l'ottenimento dei crediti da parte dei farmacisti. I partecipanti potranno presentare domanda di riconoscimento di crediti ECM per attività di autoformazione, utilizzando il modulo scaricabile sul sito Agenas Ecm. I crediti per autoformazione vengono attribuiti sulla base dell'impegno orario autocertificato. La domanda di riconoscimento crediti ECM per autoformazione dovrà essere trasmessa al proprio Ordine o inserita sul portale del Cogeaps a cura del farmacista interessato. I convegni accreditati daranno diritto all'acquisizione dei crediti formativi, secondo le indicazioni che verranno fornite con il programma definitivo.
L'evento si svolgerà a Milano, per la sua VI edizione, presso il Milano Convention Centre (Mico) su iniziativa della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, Utifar e Fondazione Cannavò, con la partecipazione di Federfarma e con il supporto incondizionato di Teva.

Farmacista33

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Macerata 2013-2019 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma